Comitato Scientifico Centrale
del Club Alpino Italiano - dal 1931

Martedì, 30 Luglio 2019 Da Mantova a Lucca, 284 chilometri ricchi di cultura, tradizione e paesaggio, in omaggio alla figura storica della ‘grancontessa’ Matilde di Canossa (1046- 1115), potente feudataria che, in una secolo in cui le donne erano considerate inferiori, riuscì a conquistare tutti i territori italici a nord dello Stato pontificio.Prende sempre più corpo la Via Matildica del Volto Santo, percorso a cui anche il Comune di Lucca, come capofila, ha aderito sottoscrivendo a maggio la convenzione in sinergia con gli altri enti interessati: Comuni di Bagni di Lucca, Borgo a Mozzano, Molazzana, Pescaglia, Coreglia Antelminelli, le Unioni dei Comuni della Garfagnana e della Mediavalle del Serchio e la Provincia di Lucca.

Quando: 14-09-2019
Dove: Frabosa Soprana
Durata: 2 giornate

CONVEGNO NAZIONALE

Nel 50°anniversario della sua fondazione il Laboratorio Carsologico Sotterraneo di Bossea fa il punto su ricerca, didattica e divulgazione scientifica degli studi effettuati nell’ambiente sotterraneo.

Valido come corso di aggiornamento per ONCN e ONC area LPV

 

 CON LA COLLABORAZIONE DI:
 

COMUNE DI FRABOSA SOPRANA

AREE PROTETTE DELLE ALPI MARITTIME

DIATI POLITECNICO DI TORINO

GRUPPO REGIONALE CAI PIEMONTE

COMMISSIONE CENTRALE SPELEOLOGIA CAI

COMITATO SCIENTIFICO CENTRALE DEL CAI

COMITATO SCIENTIFICO LIGURE-PIEMONTESE-VALDOSTANO DEL CAI

BIOLOGIA SOTTERRANEA PIEMONTE – GRUPPO DI RICERCA

ASSOCIAZIONE GRUPPI SPELEOLOGICI PIEMONTESI

L’iniziativa è rivolta ad un vasto pubblico potenzialmente interessato ed in particolare a studenti, insegnanti, operatori naturalistici regionali, operatori naturalistici del CAI, istruttori e docenti di speleologia.

Scarica la circolare e la scheda di ISCRIZIONE

Scarica il volantino

L’Alto Piemonte è un territorio straordinario ricco di biodiversità e di endemismi di flora e fauna, ma anche di storia e di tradizioni ancora vive, presenti e significative nella vita delle comunità locali. In questi decenni le Alpi sono interessate, proprio perché portatrici della “terza dimensione” (la verticalità), da intensi e repentini cambiamenti climatici che influiscono sul patrimonio di biodiversità. I parchi naturali, per propria funzione istituzionale, promuovono la ricerca scientifica per gestire i cambiamenti a tutela dalla Natura.

locandina 

Durata: Tutto l'anno

Rifugi di letteratura

Giunta alla sua VII edizione, la rassegna “Rifugi di cultura” si veste di libri,storie e voci. I rifugi di letteratura ci accompagneranno, dagli Appennini alle Alpi, in un viaggio tra i tanti racconti della montagna, perché per capire le terre alte dei nostri giorni dobbiamo immaginarle, leggerle, raccontarle.

Sacrica la locandina degli eventi

Quando: 22-06-2019
Dove: Rifugio Esperia, Sestola (MO)
Durata: 2 giornate

Stage di Ricerca botanico-antropologica per soci CAI. Anche quest’anno l’ormai tradizionale iniziativa del solstizio d’estate si terrà nella zona del Monte Cimone, con base al rifugio e giardino botanico Esperia. Tutti i partecipanti saranno chiamati a svolgere attività di ricerca nei campi della geologia, botanica, fauna e archeologia di montagna, in modo da costituire un primo nucleo di una auspicabile documentazione scientifica da allestire all’interno del Rifugio del Giardino Esperia, costituenda capanna scientifica del CAI. La partecipazione degli ONC sarà valida come aggiornamento.

Scarica il volantino

Quando: 04-07-2019
Dove: Linguaglossa (CT)
Durata: 4 giorni
Organizzato da: CSC

Il corso nazionale quest’anno sara’ incentrato sul vulcanesimo etneo, che sarà illustrato nei suoi molteplici affascinati aspetti. Il Monte Etna , grande strato-vulcano alto circa 3.340 metri,è il vulcano più alto d'Europa. Conosciuto, studiato e temuto fin dall'antichità, la sua storia eruttiva può essere fatta risalire a 500.000 anni fa e almeno 2.700 anni di questa attività è stata documentata.

Il CSC organizza quest'anno importanti attività di ricerca per le quali viene aperto un albo disponibilità dei nostri ONC. I prima due progetti, condotti in collaborazione con CNR ed ISPRA con la adesione di altri OTC ,riguardano rispettivamente la lettura dei dati di analisi meteo ambientali concernenti il riscaldamento globale che verranno fornite da speciali centraline collocate presso rifugi dell'arco alpino ed appenninico.Il secondo progetto concerne invece posizionamento e monitoraggio di nidi artificiali concernenti determinate specie rare di uccelli alpini, pure essi da collocarsi in determinati rifugi.Il CSC fornirà a tutti gli onc le necessarie informazioni operative e coprirà inoltre le spese di viaggio e sosta nei rifugi.Il terzo progetto riguarda invece una spedizione scientifica alla ricerca della rara sellaite da condursi questa estate nell'alto Appennino toscano ed in altre zone delle Alpi occidentali:anche in questo caso si partecipanti viene assicurato il rimborso spese Gli onc interessati alle iniziative diano al più presto comunicazione al CSC delle loro disponibilità ed anche i periodi nei quali sarebbero disponibili. L'impegno previsto per le prime due ricerche e' di circa una uscita al mese, mentre la ricerca della sellaite si sviluppa su circa tre fine settimana.

Un cordiale saluto da Giuliano Cervi