Progetto Giardino Botanico Alpino “Segni”

Comitato Scientifico VFG 

Entrata_giardino

Nel meraviglioso comprensorio del Gruppo del Civetta, in mezzo a questi monti affascinanti, di autentica e inconfondibile bellezza e riconosciuti patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, a fianco del Rifugio Mario Vazzoler, a quota m 1724 sulla sommità del Col Negro di Pelsa, sorge dal 1968 il Giardino Alpino “Antonio Segni”.
Il giardino si estende su un’area di 5.000 metri quadrati, all’interno della quale è presente una rete di sentieri, articolato principalmente in due sezioni: una lasciata all’evoluzione naturale, mentre la seconda propone i principali ambienti tipici delle Dolomiti Bellunesi.
Finora la gestione del Giardino Botanico Alpino “A. Segni” è stata curata dalla sezione CAI di Conegliano, che si è avvalsa del lavoro di volontari per la manutenzione, la messa in posa delle cartellini e la conduzione di visite guidate.

Di comune accordo con la Sezione CAI di Conegliano, il Comitato Scientifico VFG vorrebbe avviare un progetto di collaborazione tra gli ONC dell’area VFG e, se interessati, anche di altre parti d’Italia, nell’intento di garantire una continuità nell’attuale gestione.
Nel corso dei weekend della stagione estiva 2016 (periodo giugno-settembre), si dovrebbero avvicendare alcuni Operatori Naturalistici e Culturali, per accompagnare gli escursionisti di passaggio interessati nella visita del giardino alpino, in una visione più attenta ed approfondita, così come un Operatore Naturalistico e Culturale può fare.


mappa

Abbiamo allora pensato di proporre a tutti gli ONC interessati di dedicare uno o più weekend (il sabato e la domenica) durante l’estate, per contribuire alla realizzazione di questo progetto. Non sono indispensabili conoscenze particolarmente approfondite e specifiche, poiché verranno forniti adeguati supporti didattici sulle specie presenti; sarà inoltre possibile visionare preventivamente il giardino in una giornata,da programmare assieme, ad inizio stagione con le persone che solitamente manutengono lo stesso.
Gli ONC che si vorranno dedicare a questa attività verranno ospitati gratuitamente dal Rifugio Vazzoler nei weekend in cui saranno presenti (mezza pensione).
Ricordiamo che tale attività rientrerà tra quelle utili ai fini del raggiungimento dell’attività minima dell’ONC, quindi si tratta di un’occasione utile per chi avesse difficoltà a colmare questa lacuna.
Chi fosse disponibile è pregato di mettersi in contatto con la Segreteria del Comitato Scientifico VFG (segreteria@caicsvfg.it) che coordinerà il progetto. 

La copertura dei weekend verrà annotata nella tabella alla pagina di questo sito dedicata al progetto:

http://www.caicsvfg.it/?page_id=3730


Si ringrazia anticipatamente quanti vorranno dare il proprio contributo alla buona riuscita di questo progetto.

>>> scarica scheda rifugio Vazzoler
>>> scarica depliant giardino botanico